SICUREZZA

Ogni individuo ha diritto alla vita, alla libertà e alla sicurezza della propria persona. (Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, Articolo 3, 1948). Rafforzare il senso di sicurezza e ordine attraverso azioni, volte a ricreare il senso di coesione sociale, di appartenenza alla comunità e di identificazione con il territorio, e piccoli e grandi interventi di cura della città e di pianificazione degli spazi per la sicurezza, finalizzati a diminuire il rischio e ad ampliare le opportunità che la città offre”

Inizia da qui!

SICUREZZA INTEGRATA

8.1

PROMOZIONE DELLA LEGALITÀ E DELLA SICUREZZA STRADALE

8.2

ATTIVITÀ DI PREVENZIONE LEGATE ALL’EMERGENZA CORONAVIRUS

8.3

RUOLO DELLA POLIZIA LOCALE

8.4

I VIGILI DEL FUOCO

8.5

RUOLO DEL VOLONTARIATO DI SOCCORSO

8.6

SICUREZZA AMBIENTALE

8.7

SICUREZZA INTEGRATA

A livello locale l’Amministrazione Comunale si pone quale primo interlocutore con le Forze dell’Ordine, attuando misure specifiche attraverso la propria potestà regolamentare e l’azione del Comando di Polizia Locale. La sicurezza infatti oggi non si identifica più solo nella prevenzione e repressione dei reati, ma anche nelle situazioni che afferiscono alla vivibilità e al disagio, al decoro urbano, alla promozione del rispetto della legalità, al contrasto del fenomeno delle occupazioni arbitrarie di immobili, etc.

Il modello di sicurezza proposto è quello della sicurezza integrata di tipo verticale ove i diversi livelli di governo cooperano attraverso gli strumenti di coordinamento previsti sia dalla normativa nazionale che regionale.

Il programma mira a potenziare – attraverso la cooperazione interforze e con l’ausilio del sistema di videosorveglianza – il presidio del territorio e un’azione sempre più efficace di tutela dell’ordine pubblico, contrasto all’illegalità e ai comportamenti che compromettono la civile convivenza e l’incolumità pubblica.

OBIETTIVI

    • attivare attività di coordinamento e potenziamento degli strumenti di sicurezza partecipata vigenti che coinvolgono il controllo di vicinato residenziale e commerciale e le associazioni che svolgono attività di ausilio nel presidio del territorio.
    • Consolidare il coordinamento tra Amministrazione Pubblica e Forze dell’ordine presenti sul territorio al fine di realizzare un canale istituzionale per uno scambio costante di informazioni e condivisione di esperienze e competenze professionali.
    • potenziare la collaborazione in essere con le Associazioni di volontariato.
    • Estendere la fascia oraria di presenza della Polizia Locale anche istituendo forme associative con i Comuni limitrofi.

 PROPOSTE

  • Potenziare la collaborazione con le Associazioni di volontariato per il presidio di parchi, stazione ferroviaria, scuole, centro e frazioni, estendendo l’attività preventiva anche ad altri giorni e fasce orarie.
  • Potenziare la collaborazione con le Associazioni (nonni-vigili) per attività di supporto delle zone adiacenti l’uscita degli alunni dagli istituti scolastici.
  • Implementare il sistema di videosorveglianza, ammodernamento della dotazione di telecamere, installare nuovi sistemi di rilevamento delle targhe dei veicoli da individuarsi prioritariamente nei punti di accesso della città e integrare il sistema con le centrali operative delle forze dell’ordine.
  • Monitorare le aree verdi e le aree dismesse. Al fine di prevenire e contrastare l’occupazione abusiva e i fenomeni illeciti di natura ambientale, intensificare i servizi di monitoraggio di edifici ed aree dismesse /abbandonate, nonché svolgere una attività di controllo di aree più decentrate, quali campi e terreni, dove in genere si verificano depositi incontrollati di rifiuti.
  • Contrastare i fenomeni di mancato rispetto delle regole di civile convivenza (in-civiltà urbana)
  • Contrastare l’aumento dei livelli di polveri sottili in atmosfera (DGR 2055 del 31/07/2019) e pianificazione di servizi di Polizia Stradale;
  • Monitorare costantemente la zona ospedale per la sicurezza degli utenti del nosocomio, per migliorare la viabilità veicolare e la sosta, nonché mettere in sicurezza la circolazione nelle strade limitrofe al polo ospedaliero per un’attività preventiva costante.
  • Aderire alle strutture sovracomunali per la prevenzione della corruzione e delle infiltrazioni mafiose
  • Organizzare una giornata dedicata interamente alla legalità (es. 21 marzo) con manifestazioni pubbliche

PROMOZIONE DELLA LEGALITÀ E DELLA SICUREZZA STRADALE

Sicurezza urbana significa anche educazione civica: infatti, solo la conoscenza delle regole ed il continuo richiamo ad esse rende più facile la costruzione di una migliore vivibilità del paese. Gli obiettivi in tema di sicurezza e benessere del nostro territorio non si possono raggiungere se non attraverso il coinvolgimento di tutta la cittadinanza, con una capillare azione di tipo culturale e di sostegno alla socialità.

OBIETTIVI

  • promuovere la legalità
  • promuovere la sicurezza e il benessere dei nostri cittadini
  • educare al civismo

PROPOSTE

  • Sostenere i corsi di educazione stradale per gli alunni delle scuole primarie valorizzando l’attività svolta dal Comando Polizia Locale tramite personale specializzato, nell’ottica di una progressiva acquisizione di comportamenti orientati all’auto-tutela, attraverso la conoscenza e la comprensione delle regole stradali, in un progetto educativo più complesso che vede nella scuola un ambito privilegiato in cui si impara il “vivere sociale”.
  • Diffondere percorsi di legalità presso gli istituti scolastici cittadini in coordinamento con il diritto allo studio in particolare in tema di educazione stradale, bullismo e cyberbullismo, abuso di sostanze e violenza di genere.
  • Promuovere  corsi antitruffa per anziani e incontri per la conoscenza della legislazione in materia di legittima difesa all’interno del proprio domicilio, con l’obiettivo di potenziare il livello percettivo individuale nella comprensione delle possibili situazioni di rischio per la propria incolumità personale e gli accorgimenti da intraprendere.

ATTIVITÀ DI PREVENZIONE LEGATE ALL’EMERGENZA CORONAVIRUS

L’emergenza Coronavirus ha indotto, come previsto nel Piano di Emergenza Comunale, all’attivazione del COC (Centro Operativo Comunale), quale misura volta a contenere gli effetti dovuti alla diffusione della pandemia.

Dobbiamo tenere ancora alta l’attenzione per contrastare la diffusione tra la popolazione dell’epidemia da virus Sars Cov 2.

E’ indispensabile l’attivazione di tutte quelle misure utili al fine di velocizzare ed ottimizzare la risposta del sistema locale in relazione alla attivazione dei protocolli di emergenza adottati dal Governo e da Regione Lombardia.

Le principali azioni sono volte alla comunicazione del rischio, al soccorso e all’assistenza della popolazione, in continuità con le misure urgenti già adottate dalla Protezione Civile, dal Ministero della salute e da Regione Lombardia.

OBIETTIVI

  • esercitazioni periodiche di Protezione Civile sul territorio comunale quale importante strumento di prevenzione e di verifica del Piano di Emergenza Comunale, testando il modello di intervento e preparando i soggetti interessati alla gestione emergenziale;
  • promozione del volontariato di Protezione Civile attraverso incontri e attività congiunte per avvicinare i giovani a questa realtà

PROPOSTE

  • fornire una corretta comunicazione alla popolazione in relazione agli eventuali ulteriori profili di rischio,
  • aggiornare e monitorare i soggetti maggiormente vulnerabili,
  • attivare servizi di assistenza a domicilio per persone in stato di necessità ed assicurare la continuità di forniture di beni di prima necessità in situazione emergenziale;
  • velocizzare ed ottimizzare la risposta del sistema locale in relazione alla eventuale attivazione dei protocolli di emergenza adottati dal governo e da Regione Lombardia.
  • promuovere attività di volontariato, attività di reclutamento di nuovi volontari tramite attività informative alla cittadinanza.
  • istituire la giornata della sicurezza e prevenzione aperta ai cittadini con la rappresentazione di scenari operativi simulati, l’esposizione di mezzi e attrezzature di protezione civile e delle forze di polizia.

RUOLO DELLA POLIZIA LOCALE

Rendere una città un luogo sicuro non significa militarizzarla, bensì saper valorizzare il ruolo delle forze dell’ordine locali affinché siano sempre più vicine e al servizio dei cittadini. Crediamo nel ruolo della Polizia Locale come forza a supporto dell’amministrazione nel garantire il benessere del territorio e delle persone che lo vivono

PROPOSTE

  • rafforzare e motivare la Polizia Municipale all’adempimento delle sue funzioni e, risorse economiche e vincoli permettendo, adeguare la dotazione organica e strumentale

I VIGILI DEL FUOCO

ll Corpo Nazionale, al fine di salvaguardare l’incolumità delle persone e l’integrità dei beni, assicura gli interventi tecnici caratterizzati dal requisito dell’immediatezza della prestazione, per i quali siano richieste professionalità tecniche, anche ad alto contenuto specialistico ed idonee risorse strumentali, ed al medesimo fine effettua studi ed esami sperimentali  e tecnici nello specifico settore.

Da dIversi anni opera il distaccamento dei Vigili del Fuoco a Garbagnate ed è nostro intendimento quello di valorizzare la loro presenza ed incrementare i momenti di collaborazione.

OBIETTIVI

  • valorizzare la loro presenza ed incrementare i momenti di colaborazione

PROPOSTE

  • promuovere iniziative di educazione alla sicurezza per i più piccoli e non, grazie alla collaborazione con i Vigili del fuoco, presenti sul territorio comunale.

RUOLO DEL VOLONTARIATO DI SOCCORSO

Garbagnate ha il privilegio di ospitare la sede del comitato Croce Rossa delle Groane. L’organizzazione,  nota a livello mondiale, è composta di  volontari che contribuiscono a difendere la salute e la vita, a diffondere i principi e valori di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa e a formare cittadini responsabili di oggi e di domani. Il ruolo di un volontario richiede responsabilità e compiti che non possono essere sottovalutati e che noi vogliamo valorizzare e promuovere.

OBIETTIVI

  • Rinnovare gli impegni per una duratura collaborazione con Il volontariato di soccorso
  • Implementare le risorse e le strutture a disposizione.

PROPOSTE

  • Attivarsi nella ricerca di una nuova sede idonea per la delegazione della Croce Rossa locale.
  • mantenere ed aumentare, se possibile, l’installazione dei defibrillatori attualmente in uso al comune
  • continuare ed ampliare il percorso di formazione per la cittadinanza in tema di primo soccorso, (affiancandolo ai corsi, per i genitori, per il personale educativo e sportivo, di disostruzione pediatrica e rianimazione cardiopolmonare)

SICUREZZA AMBIENTALE

Le guardie ecologiche sono volontari appositamente formati che si occupano, per conto dell’amministrazione per cui svolgono il servizio di vigilanza ecologica, di verificare il rispetto della normativa ambientale nell’ambito di competenza, di segnalare gli illeciti ed eventualmente sanzionare i trasgressori. Le GEV rivestono infatti la funzione di Pubblico Ufficiale e sono riconoscibili dalla divisa, dal tesserino e dal distintivo rilasciato da Regione Lombardia che già operano in altri parchi lombardi.

Attraverso la collaborazione dell’Assessorato competente, dovrà proseguire il puntuale censimento degli edifici che versano in uno stato di abbandono e che costituiscono, per questo motivo, elemento di criticità nell’ottica della percezione di sicurezza. Saranno poi, nel rispetto della normative vigenti, agevolati ed incentivati programmi d’intervento del privato, con l’obiettivo di ripristinare il decoro e, così facendo, contribuire al miglioramento della vivibilità dei luoghi

OBIETTIVI

  • censire gli edifici in stato di abbandono
  • promuovere e incentivare la presenza sul territorio delle guardie ecologiche volontarie anche nel Parco delle Groane della nostra zona.

Scopri gli altri punti del nostro programma

Scarica il nostro programma